Navigazione veloce

Dove siamo

Cartina Valle RovetoLA VALLE ROVETO

L’Istituto sorge nella Valle Roveto, in posizione facilmente raggiungibile sia dal versante laziale che da quello abruzzese. La Valle, situata al confine con il Lazio, è racchiusa fra due catene di monti: a destra dalla catena dei Monti Simbruini – Ernici, dove spiccano il M. Viglio 2166 m e Pizzo Deta 2037; a sinistra dalla catena dei Monti Marsicani, che la divide dalla Conca del Fucino; si estende per circa 300 kmq, con una popolazione di poco inferiore ai 20.000 abitanti, distribuiti tra i 7 comuni del comprensorio. La configurazione urbanistica appare molto frammentaria poiché, oltre ai centri principali, è possibile ammirare una suggestiva costellazione di borghi, la cui altitudine varia dai 500 ai 1000 metri.

Il territorio, attraversato dal fiume Liri, è caratterizzato dal punto di vista geografico e ambientale dalla presenza di aree protette (la Riserva Naturale “Zompo lo Schioppo” e un’area limitrofa al Parco Nazionale d’Abruzzo) e dalla ricchezza di acque, che rendono la vegetazione particolarmente lussureggiante. Le acque della Valle sono conosciute anche per le loro proprietà organolettiche, tanto da aver dato vita ad un’importante industria di acque minerali nel territorio di Canistro.

I comparti fondamentali dell’economia locale sono: l’agricoltura, l’industria, l’artigianato e il terziario; ma la loro consistenza è estremamente diversificata. Solo una parte della popolazione si dedica ancora all’agricoltura che, in molti casi, non fornisce un reddito aggiuntivo. Il tessuto industriale è quanto mai precario e di modeste proporzioni; pertanto i lavoratori addetti all’industria sono generalmente pendolari. Il terziario, nella molteplicità delle sue forme, costituisce la fonte primaria di reddito; si riscontra, inoltre, grazie alla rivalutazione del patrimonio ambientale, un incremento del settore turistico che sicuramente potrà essere una delle fonti di sviluppo e di occupazione nei prossimi decenni.

Commenti